Patrimonio


L’Archivio Segreto Vaticano è l’archivio di concentrazione della Santa Sede e custodisce gli archivi storici di diverse istituzioni pubbliche e private, confluiti in esso per effettiva competenza o per deliberata scelta dell’ente produttore. I diversi archivi costituiscono gli oltre 600 fondi dell’Archivio Segreto Vaticano e possono essere suddivisi nelle seguenti categorie:


 

Uffici di Curia

  • Archivi storici delle più antiche istituzioni della Sede Apostolica, come la Cancelleria Apostolica e la Camera Apostolica, o di dicasteri soppressi, come alcune Congregazioni Romane fondate da Sisto V, la Dataria Apostolica e la Congregazione Concistoriale.
  • Archivi storici degli attuali Organismi della Curia Romana. Ad es.: Segreteria di Stato, Congregazioni, Tribunali, Uffici, Pontifici Consigli e Pontificie Commissioni.

 

Rappresentanze pontificie

  • Archivi storici di oltre 75 rappresentanze diplomatiche della Santa Sede – nunziature e delegazioni apostoliche – dislocate nel mondo, dall’inizio del XVI a tutto il XX secolo. Le rappresentanze pontificie sono tenute a versare periodicamente i propri archivi all’Archivio Segreto Vaticano.

 

Famiglie e singole persone

  • Archivi di famiglie nobili, legate allo Stato Pontificio per storia e tradizione, versati, donati o venduti all’Archivio Segreto Vaticano a partire dagli ultimi decenni dell’Ottocento, per sopperire a dissesti economici o allo scopo di preservarne l’incolumità delle proprie carte minacciata da contingenti situazioni di instabilità politico-sociale. Ad es.: Archivio Boncompagni-Ludovisi, Archivio Borghese, Archivio Della Valle-Del Bufalo, Archivio Patrizi-Montoro, Archivio Ruspoli-Marescotti, Archivio Rospigliosi.
  • Archivi prodotti da uno o più personaggi della stessa famiglia in rapporto alle cariche ricoperte nella Curia Pontificia (Fondo Albani, Fondo Carpegna, Fondo Pio, ecc.).
  • Carte relative a singoli personaggi, giunte in Vaticano per le più varie ragioni (Fondo Benigni, Carte Piastrelli).

 

Concili e sinodi

  • Archivi completi degli ultimi due Concili ecumenici, il Concilio Vaticano I e Concilio Vaticano II, e un vasto spezzone dell’archivio prodotto dal Concilio di Trento.
  • Archivi di alcuni concili provinciali, plenari o di sinodi locali, come il Concilio Romano del 1725 e il Sinodo di Pistoia del 1786.

 

Ordini, istituti religiosi, arciconfraternite

  • Archivi di abbazie: Abbazia dei SS. Gregorio e Siro di Bologna, Abbazia delle Tre Fontane di Roma.
  • Archivi di conventi: Convento di Santa Maria delle Grazie di Roma.
  • Archivi di monasteri: Monastero femminile agostiniano di Santa Marta in Roma.
  • Archivi di ordini religiosi: Fondo Gesuiti, Fondo Domenicani, ecc.
  • Archivi di arciconfraternite romane: Arciconfraternita del Gonfalone, Arciconfraternita del SS. Crocifisso in S. Marcello, ecc.

 

Raccolte miscellanee

  • Collezioni create nel corso dei secoli riunendo carte di diversa provenienza o in funzione di antichi criteri di ordinamento archivistico: Instrumenta Miscellanea; Archivum Arcis, Armaria I-XVIII, ecc.
Indice dei Fondi e relativi mezzi di descrizione e di ricerca - (1MB)