CAV 101

CAV_101

Description: Andrea CICERCHIA. Giuristi al servizio del papa. Il Tribunale dell’auditor Camerae nella giustizia pontificia di età moderna, 2016, pp. 329, tav. 2 ISBN 978-88-98638-02-4

€ 25.00

SOMMARIO

Introduzione
I. Un tribunale autonomo nella Camera Apostolica. Istituzioni, norme e giuristi tra Quattro e Cinquecento

1. La nascita del Tribunale nel pontificato di Sisto IV
2. Notai e collegio notarile: un primo sviluppo
3. Innocenzo VIII e l’Apprime devotionis del 1485
4. Pietro Menzi e Antonio Ciocchi Del Monte. Gli uditori di Camera tra Quattro e Cinquecento

II. Nel tumulto di un secolo. Dal caso Lutero al pontificato di Paolo IV

1. L’auditor Camerae e la giustizia romana agli inizi del Cinquecento
2. Lutero: Girolamo Ghinucci e l’istruzione del processo (1518)
3. Un quadro d’insieme tra i pontificati di Paolo III e Giulio III
4. Giovanni Maria Del Monte, Pietro Paolo Parisio e Giambattista Cicala: gli auditores nei pontificati della prima metà del secolo
5. Paolo IV e il concistoro del 1558. Soppressione o trasformazione?

III. Oltre il concilio. Il Tribunale verso il suo apogeo

1. Il Tribunale nelle riforme di Pio IV
2. Il nuovo assetto postridentino: tra i pontificati di Pio V e Sisto V
3. Gli auditores nella seconda metà del secolo

IV. Norme e procedure. Dalle praticae del tardo Cinquecento alla riforma di Paolo V

1. Il modus procedendi nelle praticae del Tribunale: Giacomo Bucca, Quintiliano Mandosi e Sallustio Tiberi
2. La procedura in criminalibus del Tribunale alla fine del Cinquecento
3. Tra normativa ufficiale e riforma mancata: il Tribunale nel pontificato di Clemente VIII
4. La congregazione di Paolo V e l’Universi agri dominici (1612) nella prospettiva dell’auditor Camerae

V. Giustizia e politica. L’auditor Camerae nella prima metà del Seicento

1. Centralismo e decentramento amministrativo: nelle dinamiche di una nuova politica curiale
2. Gli ordini del Tribunale: bandi, editti e scritture normative
3. Alla metà del secolo: il caso di Castro e l’auditor Camerae

VI. La struttura del Tribunale tra apogeo e crisi

1. Il Tribunale e i suoi giudici
2. La buona giustizia e le scritture: gli uffici notarili dell’auditor Camerae nel quadro del notariato romano
3. Abusi e correttivi: una lunga storia (secc. XVI-XVII)
4. Alcune considerazioni a margine del notariato seicentesco

VII. Tra carriere e riforme. L’auditor Camerae nelle prospettive tardo seicentesche

1. Carriere e clientele: gli uditori di Camera nel Seicento
2. «Dove concorre un mondo per farsi giudicare». Il Tribunale e le riforme del tardo Seicento
3. Una nuova sede per il Tribunale: Montecitorio

VIII. La fine di un’epoca. Tribunale e auditores nella prima metà del Settecento

1. Camillo Cybo e un caso di conflitto interno nel primo Settecento
2. «Seguì la giustizia con somma quiete». Politica papale e Tribunale nel primo Settecento
3. Il pontificato di Benedetto XIV (1740-1758): il Tribunale nell’ultima grande riforma di Antico Regime
4. Gli auditores nella prima metà del Settecento

Epilogo
Appendice

Uditori della Camera (secc. XV-XVIII)
Luogotenenti criminali (1567-1702)
Documenti

1. La normativa delle origini (1391-1485)
2. Le carte della riforma di Paolo V (1608-1611)
3. Una storia istituzionale nel memoriale di Camillo Cybo (1723)
4. Il palazzo di Montecitorio al tempo di Camillo Cybo (1718-1721)

Fonti a stampa
Bibliografia

Indici

Indice delle fonti d’archivio e manoscritti
Indice dei nomi di persona, dei luoghi e delle istituzioni

<